BIOGRAFIA - Roberto Zanoletti
19080
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-19080,page-child,parent-pageid-2,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.7,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

la scelta del coworking

Decide di cambiare e affrontare il proprio universo progettuale come freelance, scegliendo di lavorare in uno spazio di coworking, circondato da una community di imprenditori, creativi e startupper con background e percorsi personali e professionali diversi. Attualmente è impegnato in progetti di brand identity, sistemi di segnaletica, web design, packaging design in vari settori commerciali.



da bergamo al fuorisalone

Con alcuni architetti e designer fonda Bamboo, studio multidisciplinare che progetta e realizza in modo integrato architettura, design, comunicazione on e off line. Nel 2013, lo studio partecipa al Fuorisalone di Milano all’interno del design district Ventura Lambrate con oPLA!, progetto volto a trasferire i principi dell’eco-efficacia nel mondo del furniture.



non solo architettura

Affronta gli anni universitari scoprendo lentamente la meravigliosa complessità che guida ogni processo creativo. Laureato, inizia l’esperienza professionale nello Studio SCW di Piacenza, dove, oltre alla progettazione architettonica, si avvicina al mondo del design e della comunicazione.



la formazione artistica

Sceglie la formazione artistica sfruttando la felice mano nel disegno. Affascinato dai grandi maestri del Rinascimento, si esercita con eguale solerzia sia nella tecnica a mano libera che nel disegno architettonico. Su suggerimento di alcuni docenti, si iscrive al Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura.



primi passi

Nasce a Clusone e la prematura curiosità verso palazzi in costruzione, scavi e impalcature disegna pericolosamente le impronte lasciate sui cantieri dai suoi primi passi. Da qui a dare forma al suo primo campetto di calcio, il passo è stato breve.

(Clusone, Piazza dell’Orologio. L’Orologio Planetario Fanzago è stato realizzato nel 1583 da Pietro Fanzago)